Articoli

Ero seduta su un treno regionale al posto numero nove.  Alcuni passeggeri avevano dato un ultimo tiro di sigaretta prima di salire. C’era odore di nicotina ovunque.  Sulla tratta che va da Firenze a Lucca passano spesso ragazzine rom a gruppi di tre o a coppie, chiedendo denaro. Camminano su zeppe di sughero e ridacchiano come se, invece di mendicare, stessero dicendo a tutti: «Siete proprio dei fessi!»

A mezzanotte, una voce da un altoparlante comunicò che i passeggeri del volo delle diciotto e trenta per Barcellona potevano dirigersi verso l’uscita. Venti taxi messi a disposizione dalla compagnia aerea con cui avremmo dovuto viaggiare, ci avrebbero portato dall’aeroporto di Pisa a quello di Roma. Ne fermai uno e mi sistemai davanti. I sedili posteriori vennero occupati da un ragazzo e una ragazza.

Ogni pomeriggio, verso le cinque, passava davanti alla mia finestra una signora col passeggino. Dentro al passeggino, suo figlio. Dietro la signora, un labrador dal pelo chiaro

La lettura del libro Mai più sola nel bosco di Simona Vinci, edito da Marsilio e uscito per la collana PassaParola, mi ha restituito un ricordo lontano. PassaParola è una collana curata da Chiara Valerio, nella quale «scrittori italiani raccontano del mondo e di sé partendo da un libro».

– Non voglio preti – continuava a ripetere il signor Busatti con il poco fiato che gli era rimasto a disposizione.
 
– Starà qui solo qualche minuto – si affrettava a rispondergli sua moglie Rosa che, stanca della testardaggine del marito, non vedeva segretamente l’ora che tutta quella faccenda giungesse al termine.

Sull’acropoli del parco archeologico di Baratti e Populonia è in corso una campagna di scavi inaugurata lo scorso sedici settembre e nata dalla collaborazione tra Parchi Val di Cornia SpA, Soprintendenza e le Università di Siena e di Toronto.

Continua l’intervento di doppiozero a sostegno del Progetto Jazzi, un programma di valorizzazione e narrazione del patrimonio culturale e ambientale, materiale e immateriale, del Parco Nazionale del Cilento (SA).

Dal nove ottobre è in corso alla Fabbrica del Vapore di Milano “Inside Magritte”, un percorso espositivo multimediale, curato dalla storica dell’arte belga Julie Waseige, di centosessanta immagini di opere di René Magritte (1898-1967), dagli esordi fino agli ultimi capolavori.

Cercavamo un modo per presentare Lilith Moscon, autrice de “Il Mago Tre-Pi”, primo progetto editoriale di Telos dedicato alla dislessia.

‘Un regalo per Nino’. Perché scrivere. di Lilith Moscon

Interviste

Lilith Moscon y Francesco Chiacchio nos hablan de ‘Un regalo para Nino’ unperiodistaenelbolsillo.com

Chiara Valerio incontra Lilith Moscon

Gerhard Rohlfs, L’Archeologo delle parole

I libri di Radio Kids
Lilith Moscon e Francesco Chiacchio su DesignPlayground